Quando concimare il prato dopo la semina

Concimare il prato dopo la semina è importante per una crescita sana, ma bisogna rispettare determinate tempistiche per evitare di bruciare i semi d'erba.

Data di pubblicazione: 17 maggio 2022

3 minuti

Indice dei contenuti

Avete appena seminato un nuovo manto erboso e, dopo tutte le cure e la manutenzione iniziale che gli avete dato, sta crescendo bene, con un aspetto verde e sano: vorreste mantenerlo tale. Sebbene un fertilizzante starter per il prato favorisca la nuova crescita, alla fine il vostro prato avrà bisogno di essere concimato dopo la semina. Per questo la tempistica è fondamentale quando si tratta della concimazione dopo la semina, perché l’ultima cosa che si vuole fare è bruciare il giovane tappeto erboso concimando troppo presto.

In generale è bene seguire questa regola: se al momento della semina avete usato un fertilizzante starter per l’erba, aspettate un altro mese o due prima di applicare altro fertilizzante.

Preparazione dell’area per la semina

Se volete che l’erba cresca folta e velocemente, è importante preparare il terreno, eventualmente dissondandolo se necessario, prima della semina. Sia che stiate seminando un nuovo prato o che stiate riparando un’area spoglia in un prato già esistente, dedicare tempo e lavoro per creare un letto di semina ben preparato può fare la differenza tra una nuova crescita folta o un manto erboso rado, a chiazze o ingiallito.

In entrambi i casi, rimuovete eventuali rocce, radici, detriti vegetali o altri elementi che potrebbero rendere il terreno irregolare o creare un rischio per la vostra sicurezza durante i giorni in cui si taglia il prato, altro caso in cui la scelta del momento adatto è fondamentale. È inoltre opportuno rimuovere eventuali erbacce o altra vegetazione indesiderata dall’area, eventualmente tramite l’uso dei diserbanti nel caso di piante infestanti, come quelli per erbacce a foglia larga, sempre prestando attenzione alle tempistiche.

Per individuare il tipo di fertilizzante iniziale da utilizzare per il vostro prato è consigliabile effettuare un’analisi del terreno. Questo vi dirà di quali sostanze nutritive ha bisogno il vostro terreno per far partire bene i vostri semi d’erba.

Applicare il concime starter per il prato

Una volta preparato il terreno potrebbe essere utile scegliere come fertilizzante iniziale il compost o del letame ben decomposto. Tuttavia, a seconda dei risultati dell’analisi del terreno sarà poi necessario integrare dei concimi formulati in modo appropriato: se, ad esempio, il vostro terreno è carente di fosforo e azoto, avete bisogno di un fertilizzante per prato ad alto contenuto di fosforo e azoto. Utilizzate una miscela di 16-20-0: se non sapete cosa rappresentano questi valori, lo abbiamo spiegato in questo post sui concimi NPK.

Dopo aver sparso il fertilizzante iniziale in modo uniforme sul letto di semina preparato, potete lavorarlo nel terreno a mano o con una motozappa. Distribuite uniformemente il concime iniziale e lavoratelo nel terreno a una profondità di 4-6 cm.

Per ottenere i migliori risultati e una copertura uniforme, lavorate il terreno solo quando è asciutto e non bagnato. Di norma, se si riesce a formare una palla di terra che rimane unita, il terreno è troppo umido e non sarà adatto a questo tipo di lavoro. Dopo aver applicato il fertilizzante iniziale livellate il terreno e poi annaffiatelo.

Quando applicare il concime dopo la semina

Mentre i nuovi semi d’erba stanno germogliando, assicuratevi di mantenere l’area umida ma non fradicia con applicazioni regolari e leggere di acqua, seguendo un regime di irrigazione dopo semina appropriato. A seconda delle condizioni climatiche locali, potrebbe essere necessario annaffiare più volte al giorno. Poiché le piantine appena nate si feriscono facilmente, per il primo mese è consigliabile evitare il calpestio dell’area.

Aspettate un mese o due dopo la semina prima di applicare il secondo ciclo di fertilizzanti. Un’applicazione troppo precoce può bruciare la giovane erba in via di sviluppo. Innaffiate l’area il giorno prima di applicare il fertilizzante. Distribuite il fertilizzante in modo uniforme sul prato e innaffiatelo bene dopo l’applicazione per rimuovere il prodotto dai fili d’erba, dato che questo può causare bruciature.

Condividi l'articolo!

Post correlati: