10 cose da fare durante l'autunno in giardino

L'autunno svolge un ruolo sorprendentemente vitale nel garantire i migliori risultati e la migliore crescita per il proprio giardino durante la primavera. Ecco cosa bisogna fare.

Data di pubblicazione: 19 agosto 2022

7 minuti

Indice dei contenuti

L’autunno è un periodo intenso per il giardino. È un periodo di cambiamenti e di preparativi necessari per resistere all’inverno. Se si coltivano le piante giuste, può anche essere un periodo di bellezza e colore senza pari. C’è molto da fare nel giardino in autunno, e in questo articolo abbiamo raccolto molte delle nozioni di base.

1. Rimuovere le foglie e le piante morte

Spostate regolarmente le foglie che cadono sul giardino e sul prato autunnale nel bidone del compost, altrimenti soffocheranno le piante e l’erba. Raccogliete le foglie e compostatele o usatele come pacciamatura nelle aiuole. Il terriccio di foglie ben marcito, come viene chiamato, è ricco di sostanze nutritive ed è estremamente benefico per il terreno del giardino.

Inoltre, una volta che le piante sono morte, è buona norma rimuoverle il prima possibile. Le malattie fungine e molti parassiti del giardino svernano nelle foglie e nei fusti morti. Compostate solo le piante sane che non mostrano segni di malattia.

2. Seminare ortaggi

Cercate ortaggi resistenti al gelo da coltivare in autunno. Alcuni di questi includono:

  • broccoli
  • cavolfiore
  • lattuga
  • cavolo
  • bietole
  • spinaci
  • ravanelli
  • cipolle
  • aglio
  • rape
  • barbabietole
  • carote

Pianificare un orto autunnale non è molto diverso da quello primaverile. Assicuratevi solo di osservare il tempo e di avere un piano per proteggere le piante dal gelo notturno. Nel caso in cui non si abbia spazio a sufficienza, molti ortaggi autunnali possono essere coltivati in vaso anche in balcone: in questo articolo trovate un approfondimento al riguardo.

3. Piantare i bulbi a fioritura primaverile

Iniziate a pianificare il giusto terreno con la corretta esposizione di bulbi in primavera, piantando narcisi, iris, ranuncoli, e tulipani. Scegliete un luogo con un terreno leggero e ben drenato o piantate in vasi.

La preparazione del terreno è una parte importante del giardinaggio autunnale, soprattutto quando si tratta di piantare nuove piante che daranno il meglio di sé in primavera. Per esempio, i bulbi che fioriscono in primavera vengono piantati in autunno e il modo migliore per favorirne la crescita è preparare il terreno durante il periodo autunnale. Alcune manciate di fertilizzante (anche fai-da-te) o concime NPK adatto mescolate nell’area di impianto sono un modo semplice per aiutare a preparare e arricchire il terreno.

4. Dissodare il terreno

È vero, la lavorazione del terreno presenta alcuni inconvenienti. Se fatta troppo spesso, stimola la crescita di semi di erbe infestanti, disturba i batteri, i funghi e i lombrichi del suolo e aumenta l’erosione. Ma ci sono alcune buone ragioni per cui potreste decidere di dissodare il vostro giardino.

Innanzitutto, la lavorazione del terreno è il modo più rapido per prepararlo alla semina, soprattutto se si tratta di una nuova area verde. La lavorazione del terreno aiuta a rompere le zolle in un terreno duro e compattato. Inoltre, rompe le radici e uccide alcune erbacce che stanno crescendo sulla superficie del terreno, quindi è solo una soluzione temporanea.

La lavorazione del terreno in autunno può anche mostrare le pupe di bruchi e coleotteri, che devono essere rimosse se avvistate. Si può anche usare una fresa per incorporare compost, letame o materiale fogliare.

5. Tagliare e potare le siepi e le piante

Tagliate le siepi prima dell’inizio dell’inverno per mantenerle compatte e folte dal livello del suolo. Il vantaggio della potatura è che stimola una nuova crescita. Il motivo è che in ogni gemma terminale, o capofila, è contenuta una sostanza chimica che, una volta rimossa, permette alle gemme sottostanti di rompersi. Questo significa una pianta molto più folta.

Non fate l’errore di potare tutto in giardino, perché se lo fate rischiate di perdere le fioriture primaverili. Un glicine, ad esempio, ha già messo le gemme primaverili: cercate lo sperone di fioritura e lasciatelo, perché potarlo significa perdere la fioritura primaverile.

6. Prendersi cura del prato

L’autunno è il momento di nutrire il prato. Il motivo è che la crescita dell’erba rallenta con le notti più fredde, ma le radici continuano a crescere bene. Utilizzate un concime per prato a lento rilascio per sviluppare un apparato radicale forte e un’erba più folta. L’autunno è anche un buon momento per seminare nuovi semi di prato, per cui è bene seguire un adeguato regime di nutrimento.

Prima di seminare, rimuovete i sassi e le erbacce più difficili, come il dente di leone; se necessario, potete usare un diserbante adeguato, ma prestate attenzione poichè dovrete calcolare dopo quanto sarà possibile seminare i nuovi semi di erba: in questo articolo potete approfondire l’argomento.

7. Piantare nuovi alberi e piante

L’autunno è il momento ideale per piantare nuovi alberi o arbusti, a condizione che il terreno sia abbastanza umido. La messa a dimora autunnale ha il vantaggio di consentire alle piante di avere molti mesi per insediarsi prima dell’arrivo del caldo estivo. Per ottenere i migliori risultati con le piante, è importante preparare il terreno in modo adeguato.

Aggiungete regolarmente della materia organica al terreno per migliorarne la struttura. Può trattarsi di letame (assicuratevi che sia completamente compostato per non bruciare le radici), concime in pellet o compost. In questo modo si aggiungono sostanze nutritive al terreno e si alimentano i microrganismi del suolo. Sono proprio questi microrganismi a fare il lavoro duro e a garantire che la struttura del terreno abbia un buon equilibrio tra ritenzione idrica e drenaggio, consentendo alle piante di prosperare.

8. Pacciamare il terreno e le aiuole

La pacciamatura è una delle cose più importanti da fare per il vostro giardino.

La pacciamatura del giardino durante l’autunno e l’inverno serve a diversi scopi: protegge il terreno dai fenomeni di erosione, ostacola la luce per ridurre la crescita delle erbe infestanti e aggiunge materia organica al terreno che aiuterà il vostro giardino a essere più sano in primavera.

Da notare che:

  • Per ottenere risultati ottimali, la pacciamatura deve avere uno spessore di almeno 7 centimetri
  • Si possono usare erba tagliata, uno dei modi per smaltirla in modo intelligente, o foglie cadute, stratificati sotto trucioli di legno o paglia.
  • La pacciamatura può essere però un buon nascondiglio per i parassiti durante l’inverno. Se il vostro giardino è rimasto incolto durante l’autunno, pacciamate dopo la prima gelata per ridurre la possibilità per i parassiti di trovare una casa accogliente.
  • La pacciamatura è un ottimo isolante per le piante che possono sopportare temperature rigide e neve. Se avete piantato il vostro giardino per l’autunno e l’inverno, stendete uno spesso strato di pacciamatura non appena le vostre piante sono alte 3 o 4 centimetri e prima delle prime gelate.
  • La pacciamatura può essere applicata in aggiunta alle colture di copertura se queste ultime non raggiungono uno spessore sufficiente a coprire tutto il terreno.

9. Creare nuove piante da talee

Prelevate talee di 10 cm da erbe come il rosmarino e l’alloro. Rimuovete le foglie inferiori, immergete le talee nella polvere ormonale e invasatele in piccoli vasi con terriccio pregiato. Mantenete il terreno appena umido e riparate le nuove piantine dal vento forte e dal sole. In questo modo avrete delle nuove piante da mettere a dimora non appena saranno abbastanza forti.

10. Prestare attenzione alle piante di agrumi

Dedicate agli alberi di agrumi un po’ di attenzione a fine estate. Nutriteli con un concime appositamente formulato per gli agrumi: queste formule contengono l’intera gamma di macroelementi e microelementi di cui le piante hanno bisogno. Innaffiate bene prima e dopo l’applicazione, distribuendo il concime nell’area al di sotto dei rami esterni. Controllate anche l’eventuale presenza di parassiti, rimuovendoli al più presto con prodotti appositi.

Condividi l'articolo!

Post correlati: