Qual è il miglior periodo dell'anno per usare il diserbante

Se stai applicando il diserbante ma non vedi risultati sappi che non sei il solo: seguendo questi accorgimenti scoprirai il miglior periodo dell'anno per usare il diserbante, aumentandone l'efficacia.

Data di pubblicazione: 24 marzo 2022

5 minuti

Indice dei contenuti

L’applicazione di diserbanti che contengono erbicidi non è così facile come sembra inizialmente, e molte persone faticano a controllare le erbacce per questa ragione.

Purtroppo, con la maggior parte dei diserbanti a base di erbicidi, l’efficacia sarà influenzata da fattori esterni. Questo include le condizioni climatiche in certi periodi dell’anno, la temperatura ed il momento della giornata in cui si opera, l’erbaccia specifica che si sta cercando di eliminare e il ciclo di vita di quell’erbaccia. Nel provare diverse tattiche, ci si potrebbe chiedere: qual è il miglior periodo dell’anno per usare il diserbante?

Qual è il miglior periodo dell’anno per usare il diserbante?

Il miglior periodo dell’anno per usare il diserbante è la primavera, seguita dall’autunno. La primavera è un momento efficace per catturare le erbacce nella loro stagione di pre-crescita, al fine di impedire loro di germogliare. L’autunno è altrettanto efficace perché, in vista dell’inverno, è il momento in cui le erbacce sono più vulnerabili.

I diserbanti funzionano meglio nei mesi più caldi piuttosto che in quelli più freddi, quindi la prossima stagione migliore in cui colpire le erbacce è l’estate, seguita infine dall’inverno. In generale, bisogna tenere a mente il tipo di diserbante utilizzato: un diserbante a vapore, oltre ad essere totalmente ecologico ed economico, può essere applicato in qualunque periodo dell’anno.

Perché il periodo dell’anno influisce sui diserbanti?

La primavera è il periodo migliore dell’anno per applicare il diserbante. Questo perché è possibile catturare le erbacce nel loro stato di pre-crescita, prima che abbiano avuto l’opportunità di germogliare completamente. La primavera ha il vantaggio di essere sia calda che umida.

Molte sostanze contenuti nei diserbanti, come ad esempio quelli specifici per le infestanti a foglia larga, richiedono l’assorbimento dal terreno per attivarsi. Questo assorbimento può avvenire solo se il terreno è umido per la pioggia. Essendo la primavera una stagione tipicamente piovosa, il terreno è abbastanza umido da assorbire l’erbicida, che viene poi assorbito dalla radice della pianta. Senza pioggia, la soluzione erbicida rimarrà sul terreno invece che essere assorbita dalla pianta.

L’autunno è la seconda stagione migliore perché i diserbanti prosperano sul cambiamento improvviso del tempo. Spruzzare il diserbante in ottobre significa che le erbacce faranno fatica a sopravvivere all’inverno.

Tuttavia, non tutti i diserbanti contengono erbicida e possono quindi essere usati in tutti i periodi dell’anno, non essendo influenzati dai livelli di umidità nel terreno.

Quali sono le condizioni migliori per applicare il diserbante?

Sia la stagione che il cambiamento delle condizioni meteorologiche di giorno in giorno hanno un impatto sull’efficacia del diserbante.

Si è già menzionata l’importanza del cambio di stagione e della quantità di umidità nel terreno quando si usa il diserbante. Le altre condizioni ideali per applicare il diserbante sono:

Quando è improbabile che piova per almeno sei ore

Non vuoi che il diserbante si diluisca a causa della pioggia. Questo farà sì che l’erbicida sia meno efficace quando viene assorbito dalla pianta.

Con un clima sereno

Una folata di vento può soffiare lo spray lontano dall’area prevista. È preferibile un clima mite in cui si può mirare all’area specifica.

Tempo mite - da evitare il sole forte, il gelo o il congelamento

I diserbanti funzionano meglio con il caldo piuttosto che con il freddo, ma i climi estremi sono comunque difficili da gestire.

Il tempo caldo e secco incoraggia la resistenza e la crescita delle erbacce, il che riduce il movimento dell’erbicida dentro e attraverso la pianta. Se stai usando diserbanti a base di erbicidi, il caldo li renderà meno efficaci ed è per questo che si dovrebbe provare ad uccidere le erbacce in primavera o in autunno.

Anche il freddo eccessivo non è pratico. Le piante vengono uccise dagli erbicidi tramite il loro metabolismo. Ma il metabolismo delle piante rallenta in condizioni di freddo, estendendo la quantità di tempo necessario alla pianta per reagire all’erbicida ed essere abbattuta.

Con numerose condizioni da prendere in considerazione, diventa relativamente difficile gestire efficacemente le erbacce. Un buon modo per evitare queste complicazioni è quello di ottenere un diserbante che non contiene erbicida. Questo perché sarà meno influenzato dal tempo e da altre condizioni.

Il tipo di erbaccia influisce sull’efficacia del diserbante?

L’efficacia del diserbante cambia a seconda del tipo di erbaccia di cui ci si vuole sbarazzare. Questo ha a che fare principalmente con il suo ciclo di vita.

Esistono innumerevoli tipi di erbacce che hanno diversi cicli di vita: questo influenza il periodo dell’anno ideale per prenderle di mira. Alcune erbacce crescono in autunno e in inverno, morendo nella stessa primavera ed estate, mentre per altre accade il contrario. Esistono erbacce più resistenti che impiegheranno fino a due anni interi per completare un ciclo vitale prima di morire, ed alcune ritorneranno anno dopo anno.

Quindi, quando ci si chiede qual è il miglior periodo dell’anno per usare il diserbante, la risposta dipenderà anche dall’erbaccia specifica che si sta prendendo di mira. Si dovrà conoscere il ciclo di vita dell’erbaccia per assicurarsi di colpirla quando è più vulnerabile.

Considerare i cicli di trattamento

Quando si rimuovono le erbacce è improbabile che si spruzzi il diserbante una volta sola per eliminare completamente l’erbaccia. Quello che bisogna intraprendere è un processo chiamato cicli di trattamento.

Un ciclo di trattamento per le erbacce è la frequenza con cui è necessario usare il diserbante perché l’erbaccia sia effettivamente sterminata. I cicli di trattamento possono essere suddivisi in fasi pre-emergenza e post-emergenza.

I diserbanti pre-emergenza colpiscono le erbacce prima che germoglino e si diffondano. E i diserbanti post-emergenza sterminano le erbacce al contatto. Vengono assorbiti nel tessuto della pianta una volta che hanno iniziato a crescere. Come detto, è improbabile che basti spruzzare l’erbaccia una volta e che sia sufficiente. Invece, è più probabile che sarà richiesto di effettuare più cicli per completare il trattamento.

Quando si rimuovono le erbacce, ci sono molte cose da considerare quando si tratta del periodo dell’anno. Come sono il tempo e le condizioni, qual è il ciclo di vita dell’erbaccia e quanto frequente deve essere il ciclo di trattamento.

Condividi l'articolo!

Post correlati: