6 motivi per cui NON tagliare l'erba del prato

Essere a conoscenza di quando non si deve tagliare l'erba del prato è importante per avere un giardino in perfetta salute: in questo articolo troverai alcune semplici indicazioni da seguire.

Data di pubblicazione: 22 aprile 2022

4 minuti

Indice dei contenuti

In questo articolo si è già parlato di tutto ciò che bisogna sapere per scegliere quando tagliare l’erba del proprio giardino. Eppure, una domanda sorge spontanea: quando NON bisogna tagliare l’erba del prato? Ci sono sicuramente situazioni in cui tagliare il prato può fare più male che bene. Ecco alcune delle linee guida da seguire per sapere quando non tagliare il prato.

Quando l’erba è bagnata

Sebbene sia possibile tagliare l’erba bagnata, sarebbe bene evitare un taglio su un prato zuppo d’acqua, specialmente a seguito di piogge prolungate o forti temporali. Il rischio è che a causa di uno sforzo eccessivo ne risentano le lame e i motori del tosaerba, e di conseguenza venga effettuato un taglio impreciso e irregolare. Altrettanti problemi possono essere causati dal fatto che i ritagli d’erba bagnata, essendo difficili da rimuovere, possono impedire alla luce del sole di raggiungere il tappeto erboso, causando muffe, malattie e un manto erboso cronicamente umido che è un ottimo terreno di coltura per i parassiti.

La pulizia può essere una vera sofferenza dopo il taglio di un prato bagnato, così come il doversi disfare degli scarti d’erba umidi: per evitare sforzi inutili, è consigliabile utilizzare questi ritagli come pacciame, poichè sono ottimi per aggiungere sostanze nutritive al vostro tappeto erboso. Questo può ridurre la vostra dipendenza dai fertilizzanti organici e chimici, ed è uno dei metodi intelligenti per smaltire rapidamente l’erba tagliata.

Quando l’erba è troppo secca

Tagliare l’erba è un evento stressante per un giardino o un prato. Non è sbagliato decidere di tagliare il prato durante un periodo di siccità, ma ci sono alcune accortezze che devono essere fatte per ridurre al minimo la possibilità di danni. Alzare l’altezza del piatto del vostro tosaerba di un paio di centimetri quando l’erba è stressata dalla siccità permette di essere più tranquilli e causare meno problemi al prato, anche perché l’erba in caso di siccità crescerà più lentamente e avrà bisogno di più tempo per recuperare.

Un’irrigazione superficiale, qualunque siano le condizioni meteorologiche, produrrà un’erba che non è neanche lontanamente così vigorosa come quella che è stata irrigata in profondità. È importante agire preventivamente se si vuole preservare la salute del proprio prato, in quanto potrebbe essere troppo tardi iniziare un regime di irrigazione corretto una volta che la siccità ha colpito il giardino.

Quando le lame del tosaerba sono smussate

Radersi la faccia con un rasoio smussato ha più probabilità di causare infezioni, lesioni e irritazioni, e le lame del tuo tosaerba non sono diverse. Le lame smussate del tosaerba possono causare una serie di problemi al vostro manto erboso, portando a tagli irregolari che possono lasciare ogni filo d’erba spezzato o tritato in modo non corretto.

Quando l’erba viene appena seminata o viene installata nuova zolla

È meglio aspettare alcune settimane per la germinazione delle piantine d’erba, e la stessa quantità di tempo è raccomandata prima di tagliare la nuova zolla. Inoltre, l’erba sana richiede un terreno sano e tagliare l’erba troppo presto potrebbe compromettere anche quello: se la nuova erba è stata installata correttamente, che si siano utilizzati semi o zolle, allora il terreno si trova nelle condizioni di aerazione ottimale durante le prime settimane cruciali. Il peso di un tosaerba potrebbe causare la compattazione del suolo, complicando la vita del prato e impedendogli di rimanere sano in futuro.

Ma non solo c’è un lasso di tempo per tagliare l’erba nuova, c’è anche un limite di altezza da tenere presente. In generale, l’erba non dovrebbe essere tagliata più in basso di 7 centimetri, quindi è meglio aspettare che il nuovo tappeto erboso raggiunga almeno gli 8-9 centrimetri. Tagliare troppo in basso può causare stress alle nuove radici del vostro tappeto erboso, che rimarranno delicate per diverse settimane.

Quando si ha concimato il prato

Se si ha già applicato il fertilizzante allora non si dovrebbe tagliare l’erba del prato. Se si taglia dopo questo punto, si può interrompere la crescita delle radici che la concimazione incoraggia.

Quando il prato ha una malattia

Le malattie del prato possono essere causate da molte cose ma pensare di poter semplicemente tagliare sopra una zona di prato malato e non diffondere la malattia ad altre parti del prato è un errore. Se si sono identificati dei funghi sul prato è necessario trattarli, assicurandosi di disinfettare la lama del tosaerba prima di tagliare le zone di prato sano. Finché la malattia non sarà sparita, dovrete assicurarvi di non diffonderla involontariamente, ed è quindi consigliato non tagliare l’erba.

Condividi l'articolo!

Post correlati: