Gli alberi da frutto che non hanno bisogno di trattamenti

Quasi tutti i tipi di alberi da frutto necessitano di cure e attenzioni. Esistono però delle piante da frutto molto resistenti che sopravvivono anche senza particolari trattamenti.

Data di pubblicazione: 31 gennaio 2022

7 minuti

Indice dei contenuti

Quando si decide di piantare alberi da frutto, è bene prestare attenzione a tutte le possibili conseguenze che può avere la propria scelta: una decisione frettolosa o non accurata può significare dover impiegare più o meno lavoro, tempo e fatica nella cura della pianta da frutto.

Alcune caratteristiche da tenere in considerazione sono, ad esempio, se l’albero è autofertile o se è in grado di resistere a malattie e parassiti. Sebbene infatti esistono alberi da frutto che possono crescere bene senza trattamenti, bisogna comunque prestare attenzione ad eventuali animali che possono intaccare le nostre piante ed in particolare i loro gustosi frutti.

In questo articolo, troverete molte degli alberi da frutto che crescono senza trattamenti e senza manutenzione: continua a leggere per scoprirli tutti.

Esistono alberi da frutto che non hanno bisogno di trattamenti?

La risposta a questa domanda non è assoluta: esistono sì piante da frutto che sono resistenti, ma non che siano privi di un qualunque tipo di malattia o parassita. In generale, alcuni alberi da frutto necessitano pochi trattamenti, come quelli elencati in questo articolo; tuttavia, anche per questi tipi di pianta andrà effettuato qualche intervento di manutenzione ordinaria, o bisognerà semplicemente prestare attenzione ad eventuali animali che possono intaccare la frutta prodotta.

In questi casi, ci si dovrà munire di trappole o prodotti per il trattamento della pianta, in modo da non rischiare di veder perso il proprio raccolto.

Alberi da frutto senza bisogno di trattamenti

Di seguito si può trovare l’elenco degli alberi da frutto che non necessitano di trattamenti e possono crescere senza manutenzione.

Fichi

Uno dei frutti più sostanziosi del pianeta, i fichi sono un piacere da coltivare. I fichi sono membri della famiglia dei gelsi e sono originari della Turchia asiatica, dell’India settentrionale e dei caldi climi mediterranei, dove prosperano in pieno sole. I fichi sono ottimi da gustare e abbastanza facili da coltivare, anche in vaso.

Cachi

Un albero di cachi è una meraviglia invernale e vale la pena di piantarlo. In questo periodo dell’anno, le sue foglie verdi lucide saranno diventate arancioni e cadranno, lasciando bellissimi ciondoli arancioni appesi ai rami lisci e marrone scuro. Viene anche definito un albero di Natale invernale. Il frutto del cachi è spesso sottovalutato per due motivi principali: primo, la mancanza di conoscenza su come usarlo; secondo, mangiare il frutto crudo delle varietà astringenti prima che sia sufficientemente maturo lascia un retrogusto sgradevole ed una sensazione di fastidio sulla lingua.

Prugne

Richiedendo meno cure di altri alberi da frutto, gli alberi di prugne sono una scelta eccellente per un frutteto a bassa manutenzione. Si adattano a una grande varietà di condizioni e sono più compatti di altri alberi da frutto, rendendoli adatti anche alla coltivazione in vaso. Gli alberi di prugna sono inoltre autofertili, il che significa che perchè producano il frutto non è necessaria la presenza di altre prugni nelle vicinanze. Le prugne odierne, tra le altre cose, sono molto diverse dai frutti antichi del prugno esistente centinaia di anni fa: erano piccole e praticamente prive di polpa, a differenza dalle varietà attuali più grandi e ricche di sostanza.

Noce

Il noce comune è molto apprezzato per i suoi semi nutrienti, le noci. Il legname pregiato e di alta qualità dell’albero è anche importante economicamente, usato per fare mobili e impiallacciature. La sua corteccia e le foglie, così come i gusci dei semi, sono usati in diverse medicine e tinture.

Noce - albero da frutto senza trattamenti e senza manutenzione

Il noce comune ha bisogno di condizioni abbastanza specifiche per prosperare: richiede calore, riparo e luce abbondante e preferisce terreni profondi e ricchi. L’albero cresce in popolamenti puri o come alberi singoli, sensibili alla concorrenza di altre piante.

Ciliegie

I ciliegi sono originari dell’Asia, ma ora si trovano in tutta Europa, nell’Africa settentrionale e nella maggior parte del Nord America. Oltre al loro aspetto attraente, gli alberi hanno un valore economico come fonte di legno di alta qualità e di frutti nutrienti e gustosi. La maggior parte dei fiori di ciliegio fioriscono in primavera, ma alcuni tipi fioriscono nel tardo autunno o addirittura in inverno. I fiori possono essere di un colore che va dal rosa chiaro al bianco puro, con alcune varietà che cambiano da bianco a rosa nel corso di pochi giorni.

Nespole

I nespoli sono attraenti piccoli alberi da frutto sempreverdi e autofertili che raggiungono i 3 metri di altezza, con fiori bianchi e frutti rotondi da 3 centimetri di diametro che si raccolgono in autunno, dopo le prime gelate. Quando vengono raccolti, i frutti sono troppo duri per essere mangiati immediatamente. Se lasciati maturare per qualche settimana in un luogo fresco e illuminato, diventano morbidi, speziati e molto ricchi, con un sapore di mela e cannella. La frutta viene mangiata cruda o trasformata in marmellata.

Melograni

Gli alberi di melograno producono frutti deliziosi e con il giusto clima mite sono facili da mantenere, non essendo affetti da molti parassiti o malattie. I frutti hanno una scorza rossa e coriacea, e i semi dolci e commestibili sono pieni di antiossidanti e hanno molti benefici per la salute. Nella maggior parte dei luoghi sono decidui ma nei climi più caldi possono essere sempreverdi. Sono anche attraenti ornamentalmente, con foglie lucide e rosso scarlatto, fiori a forma di tubo che sono attraenti per i colibrì e altri impollinatori.

Giuggiole

Il frutto del giuggiolo, noto anche come dattero cinese, è originario della Cina ed è stato coltivato e apprezzato per oltre 4.000 anni. L’albero è deciduo e viene coltivato come albero da frutto ornamentale che può superare i 9 metri di altezza. Gli alberi maturi possono produrre oltre 30 kilogrammi di frutta a stagione. Alcune varietà hanno spine sui loro rami e dovrebbero essere maneggiate con cura quando vengono piantate, e con le dovute accortezze si possono piantare in terreni argillosi.

Giuggiole - albero da frutto senza trattamenti e senza manutenzione

Telegram channel

Unisciti ora al canale offerte di Giardinaggio Green!

Alberi da frutto con poca manutenzione

In questa sezione, invece, si trova l’elenco degli alberi da frutto che richiedono poca manutenzione, e che sono in generale particolarmente resistenti a malattie e parassiti.

Mele

Indipendentemente dal fatto che si intenda coltivarle in un vaso o in una piccola struttura in giardino, le mele sono un frutto noto e apprezzato. Le fioriture primaverili trasformano i meli in elementi decorativi del paesaggio. In presenza di molto sole, i meli possono crescere ovunque ci sia un buon drenaggio, ed è sufficiente piantare un solo albero per produrre deliziosi frutti, a patto che si scelga una varietà determinazioni autoimpollinante. I meli, oltre a produrre frutti che apportano diversi benefici, sono tra le piante da frutto più semplici da coltivare, ottime anche per i meno esperti.

Pere

Le pere sono un punto fermo nei piatti estivi e autunnali e gli alberi di pera hanno pochi problemi con le malattie o gli insetti. Gli alberi di pera sono lenti a crescere e probabilmente non produrranno alcun frutto fino ad almeno 3 anni dopo essere stati piantati. Tuttavia, una volta che si sono stabiliti, avranno un sacco di anni per produrne in ottima quantità.

Cotogni

Gli alberi di cotogno crescono da 4 a 5 metri di altezza con un fogliame regolare e foglie caduche, coperte di morbida lanugine. Durante i mesi primaverili questo fogliame si arricchisce di fiori bianchi o rosa che rivelano i frutti: di colore giallo brillante, le mele cotogne hanno un odore ancora più intenso dei fiori.

Condividi l'articolo!

Post correlati: