Gli alberi da frutto che crescono in un terreno argilloso e come coltivarli

Il terreno argilloso può comportare un rischio per la maggior parte degli alberi da frutto. Con pochi accorgimenti, e la giusta scelta, sarà comunque possibile piantare i propri alberi in questo tipo di terreno.

Data di pubblicazione: 18 febbraio 2022

Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2022

8 minuti

Indice dei contenuti

Dopo aver fatto qualche ricerca su come piantare alberi da frutto in un terreno argilloso abbiamo notato che la maggior parte delle informazioni ottenute online sono contrastanti.

Gli alberi da frutta possono crescere in un terreno argilloso, a condizione che dreni bene. Tuttavia, è generalmente meglio evitare di piantare in un terreno argilloso a causa del suo scarso drenaggio e dell’alcalinità. Si dovrebbero infatti piantare alberi da frutto circa 50 centimetri al di sopra del terreno, aggiungendo ulteriori 30-40 centimetri di pacciame, espandendo questo cumulo man mano che l’albero cresce.

Quindi, sebbene sia possibile coltivare gli alberi da frutto con buoni risultati in un terreno argilloso, quali alberi da frutto crescono meglio e qual è il modo migliore per piantarli? Diamo un’occhiata più approfondita.

Quali alberi da frutto possono crescere in un terreno argilloso?

Gli alberi da frutto come mele, cachi e pesche, essendo tra i più facili da coltivare, possono crescere bene in alcuni terreni argillosi, mentre agrumi, avocado e mango faranno molta fatica a svilupparsi, ed è preferibile coltivarli in terreni più adatti o addirittura direttamente in vaso. In generale, la maggior parte degli alberi da frutto non ama i terreni argillosi pesanti e preferisce un terreno morbido e ben drenante con un pH leggermente acido.

Alberi da frutto che possono
crescere in un terreno argilloso
Alberi da frutto che non possono
crescere in un terreno argilloso
Melo Avocado
Ciliegio Banano
Frutti di bosco Agrumi
Melograno Cocco
Pesco Mango
Cachi
Pero
Giuggiola
Guava
Gelso

Finché il clima lo permette, ci sono quasi sempre soluzioni semplici per adattare il terreno alle preferenze del proprio albero.

Ci si occuperà di come piantare alberi da frutto e migliorare il terreno argilloso, ma prima di tutto, perché l’argilla è così dannosa?

Telegram channel

Unisciti ora al canale offerte di Giardinaggio Green!

Perché il terreno argilloso è dannoso per gli alberi da frutto

Il terreno argilloso non va bene per gli alberi da frutto perché le sue particelle più piccole creano un drenaggio insufficiente e la sua alcalinità blocca l’assorbimento dei nutrienti. Anche se alcuni alberi da frutto possono sopravvivere in un terreno argilloso, spesso il risultato è una crescita e una fruttificazione scarsa o nulla. In generale, evitate di piantare in un terreno argilloso e piantate invece in aree non argillose o su cumuli.

I due maggiori problemi di piantare in un terreno argilloso sono lo scarso drenaggio e l’alcalinità, che blocca i nutrienti. Gli alberi da frutta sono i più vulnerabili a questi problemi quando hanno meno di 3-5 anni. Dopo questo periodo, solitamente hanno consolidato una radice, un tronco e un sistema immunitario maturi.

Nel terreno argilloso, le particelle più piccole rendono il terreno poco drenante. D’altra parte, la sabbia ha particelle più grandi ed è granulosa, offrendo molto spazio per il drenaggio. Tuttavia, a volte questo drenaggio è troppo estremo e provoca la lisciviazione delle sostanze nutritive attraverso il terreno insieme all’acqua. Questo è un buon vantaggio del terreno argilloso: lo scarso drenaggio non solo trattiene l’acqua, ma anche le sostanze nutritive.

Perché non si dovrebbe scavare in un terreno argilloso

Si consiglia vivamente di non scavare assolutamente nell’argilla. Piuttosto, bisogna sempre accumulare il terreno in modo che quando l’acqua drena attraverso il cumulo e il successivo terriccio, incontra l’argilla e viene deviata via come un lento fiume sotterraneo che filtra, piuttosto che concentrarsi in un buco. Non importa quanto sia grande o quanto terreno di coltura di buona qualità sia stato usato, un buco nell’argilla non è una buona idea.

In molti hanno fatto l’errore di scavare una buca per piantare alberi da frutto in un terreno argilloso. Questo è un problema perché mentre il terreno fresco riempito nella buca può essere ben drenante, l’argilla sottostante crea essenzialmente una sorta di secchio nel terreno, trattenendo grandi volumi di acqua.

Il problema maggiore nello scavare una buca in un terreno argilloso è che, dato che il 90% delle radici di un albero da frutta si trovano nel primo metro di terreno, queste hanno poche possibilità di crescere nel terreno argilloso. Gli alberi da frutta nani hanno ancora meno probabilità di crescere oltre questo punto a causa del loro sistema radicale più piccolo.

Con il tempo, l’acqua trattenuta nella buca farà marcire le radici, portando a problemi come l’appassimento, l’imbrunimento e la caduta delle foglie. Già da dopo 1 settimana, a seconda della gravità della situazione e dall’età dell’albero, l’albero può morire.

Tuttavia, il marciume radicale è ancora più dannoso quando è colpito il fittone.

Il fittone è la radice principale della pianta e, a differenza della maggior parte delle altre radici, il compito del fittone è quello di scavare direttamente nel terreno - in maniera simile a come è scavato un pozzo. Dato che il fittone degli alberi da frutto raggiunge comunemente il metro di profondità, può essere più colpito dal cattivo drenaggio rispetto alle altre radici meno profonde.

Se il fittone muore, l’albero avrà subito un duro colpo e avrà difficoltà a sopravvivere. Questo può comunemente portare l’albero ad avere una crescita stentata o a morire completamente.

Terreno alcalino ed alberi da frutto

In generale, il terreno argilloso è troppo alcalino per la maggior parte degli alberi da frutta, che preferiscono un pH del terreno leggermente acido di 6,0-7,0: un ottimo modo per raggiungere questo livello è mischiare della sabbia nel terreno, dato che aumenta l’acidità del suolo, permettendo di coltivare alberi da frutto adatti ad un terreno più sabbioso. Se il pH del terreno è troppo acido o alcalino (per imparare a misurlarlo potete leggere questo nostro articolo), l’albero da frutta non sarà in grado di assorbire correttamente le sostanze nutritive dal terreno. Questo può causare problemi come l’ingiallimento, l’imbrunimento e la caduta di foglie e frutti.

Scala del pH

Scala del pH. Immagine da Coltivazione Indoor .

La maggior parte degli alberi da frutto preferisce un pH del suolo compreso tra 6,0 e 7,0. In genere, i terreni argillosi pesanti hanno un pH di 8,5 e oltre. Questo è dovuto principalmente a minerali naturali come ilbicarbonato di sodio bicarbonato di sodio, ma anche altre cause artificiali possono contribuirvi.

Quindi, se è stato piantato un albero da frutta in un terreno argilloso e la sua crescita è stata scarsa o nulla, è probabile che questo sia il motivo. La capacità del terreno alcalino di bloccare i nutrienti può anche causare diverse condizioni come l’appassimento, l’ingiallimento, l’imbrunimento e la caduta prematura delle foglie e dei frutti.

Se non è ancora stato piantato il proprio albero da frutto, piantarlo su un cumulo di terra eliminerà la necessità di correggere il pH del terreno.

Come piantare alberi da frutta in un terreno argilloso

Come detto in precedenza, se possibile, è meglio evitare di scavare nel terreno argilloso per piantare alberi da frutto: se il proprio albero non è ancora stato piantato, è meglio seguire questi tre semplici passi.

Creare un cumulo di terra non argillosa

In cima al terreno argilloso è bene creare un cumulo di terreno ricco e ben drenante, alto circa 50 centimetri e largo quanto la chioma dell’albero. Dato che circa il 90% delle radici dell’albero da frutto si trovano nel primo metro di terreno, è meglio puntare a creare un mucchio sufficientemente alto, in modo che le radici non abbiano a che fare con l’argilla e possano invece prosperare nel terreno di qualità.

Piantare l’albero

Al centro del tumulo, si fa una piccola buca larga quanto l’albero da frutta e vi si pianta l’albero. Bisogna controllare che il fondo della zolla dell’albero sia ad almeno 1 metro di distanza dal terreno argilloso.

Aggiungere la pacciamatura

Per pacciamare gli alberi da frutto bisogna mettere il pacciame a forma di ciambella intorno all’albero, tenendolo ad almeno 20-25 cm di distanza dal tronco per evitare la diffusione di muffe e malattie. I buoni pacciamanti per gli alberi da frutto includono foglie, corteccia, paglia, aghi di pino e ritagli d’erba, così che possiate smaltire in modo smart gli scarti delle vostre attività di giardinaggio.

Dopo aver pacciamato gli alberi da frutto, bisogna annaffiare generosamente l’albero da frutto spruzzando l’acqua direttamente sul pacciame: uno dei benefici della pacciamatura è che aiuterà a rallentare l’evaporazione dell’umidità. Si dovrebbe evitare di spruzzare le foglie dell’albero, perché questo può diffondere alcune malattie o muffe, che potranno comunque essere identificate rapidamente con il supporto di applicazioni adatte.

Considerazioni finali

Se non è stato ancora piantato il proprio albero da frutto, si consideri di costruire un cumulo di terra e pacciame sopra il terreno argilloso. Questa pratica fornirà il miglior drenaggio, pH, nutrienti e protezione per l’albero da frutto.

D’altra parte, se è già piantato e sta facendo bene, non è necessario cambiare nulla. Sicuramente aggiungere ancora compost e pacciame sulla parte superiore del terreno è una buona idea, ma non dovrebbe essere necessario effettuare altri accorgimenti.

Tuttavia, se si nota che l’albero da frutto piantato non sta crescendo bene o sta morendo, potrebbe essere il momento di trapiantare l’albero o tentare di sistemare il terreno, aggiungendone di buona qualità e rimuovendo quello argilloso.

Spostare l’albero introdurrà però la possibilità di uno shock da trapianto: bisognerà soppesare i pro e i contro e valutare se è necessario correre questo rischio, spostando l’albero in un tipo di terreno migliore.

Condividi l'articolo!

Post correlati: